martedì 22 agosto 2017
 
 
 
IL VESUVIO
 Vulcano della Campania, a sud-est di Napoli, il più noto e studiato della Terra, è costituito dall'antico cono del MonteSomma (m. 1132), che termina con un enorme cratere (caldera), largo circa 3500 m., entro il quale si è formato il Gran cono, detto propriamente, che raggiunge i 1186 m. d'altitudine, ed ha un cratere di circa 700 m. di diametro. Tra l'orlo del Somma e il Gran cono si apre un'orrida valle, larga in media 500 m., che ad ovest prende il nome di "Atrio del Cavallo", ad est di " Valle dell'inferno" generata dallo sprofondamento dell'antico Vulcano di cui il Monte Somma è un relitto. Il V. non ebbe nell'antichità la fama dell'Etna ed era ritenuto un vulcano spento. Nel 63 a. C. diede i primi segni di vita con un terremoto, prodottosi forse per un'eruzione mancata; nell'anno 79 il condotto vulcanico si riaprì e si ebbe la spaventosa eruzione che seppellì Pompei, Ercolano, Stabia ed altri centri sorti sulle sue pendici. Da allora le eruzioni si susseguirono, intercalate da periodi più o meno lunghi di riposo. Particolarmente disastrosa fu quella del 1631, che fece 4000 vittime. Dopo questo parossismo il Vesuvio iniziò una serie di cicli attivi. Nel 1737 le lave invasero l'abitato di Torre del Greco, nel 1767 avanzarono verso Napoli, nel 1794 invasero di nuovo e distrussero Torre del Greco, nel 1872 distrussero Massa e S. Sebastiano, nel 1906 rovinarono BoscoTrecase, Ottaviano e S. Giuseppe Vesuviano. Efflussi di lave si ebbero ancora nel 1926, 1927 e 1928 e nel 1929, in cui rimasero devastati Pagano di Sopra e di Sotto, e quella del 1944, la cui colata lavica, ancor oggi riconoscibile nell'Atrio del Cavallo, si è spinta ben oltre l'abitato di S. Sebastiano.
E' anche da ricordare che l'area del Vesuvio si distingue per la grande, forse unica, varietà di specie mineralogiche, presenti in un territorio di poche diecine di chilometri quadrati, e che è possibile ammirare come cristallizzazioni a volte molto attraenti in varie collezioni museali.
 
< Prec.   Pros. >

 

 
HOME
SERVIZI
PREZZI CAMERE
OFFERTE
DOVE SIAMO
COME RAGGIUNGERCI
CONTATTACI
TUTTO SU PORTICI
CERCA ITINERARIO
LINK UTILI
NEWS
FOTOGRAFIE DI PORTICI
DICONO DI NOI
 
Bed and Breakfast a Portici VILLA QUARANTA - Corso Garibaldi 273, 80055 Portici (Na) | TEL 081.6070568 | MOBILE 349.6674574
EMAIL :info@villaquaranta.it | P.IVA 05378891211 | web marketing | SITEMAP