mercoledì 18 ottobre 2017
 
 
 
VESUVIUS BY WARHOL 1
 ....da "Vesuvius by Warhol"
ANGELA TECCE
Ed. Fondazione Amelio, 1985
.......Negli ultimi anni del secolo dei lumi e nei primi decenni del successivo si afferma, e via via si diffonde in forme sempre più correnti, una vasta produzione di vedute per turisti, soprattutto gouaches. Anche questo è argomento di portata ed interesse tale da richiedere una diversa e più accurata trattazione, ma il fenomeno, preso nel suo insieme, può permetterci di individuare in nuce osservazioni utili alla decodifica di una modalità di fruizione estetica, tuttora operante, che corrisponde al concetto di "Kitsch ". Tra le possibili etimologie di questo vocabolo tedesco Ë stata anche tra l'altro indicata una correlazione col termine inglese sketch: oil sketches sono appunto le piccole vedute per turisti di massa che acquistano sempre più largo mercato in Inghilterra nel secolo scorso. Pur esistendo altre ipotesi forse più probanti per l'origine del termine Kitsch, abbiamo voluto citare questa che ben aderisce ad una sua sostanziale caratteristica: la sostituzione di una mancata o manchevole esperienza del reale con un surrogato di essa del tutto fittizio e spesso arbitrario, quale può essere la " veduta-souvenir". Non si può negare la necessità degli opportuni distinguo all'interno del variegato e vasto panorama espressivo delle vedute ottocentesche in cui si presenta il Vesuvio, che, oltretutto, occupano territori e spazi diversi, come la pittura e la fotografia, a loro volta da suddividere in molti generi di produzioni variate. Così come nella pittura il paesaggio con il Vesuvio ci viene ancora in tanti casi proposto con caratteristiche di alta qualità ed interesse artistico, così è evidente una differenza strutturale tra la finta riproduzione del Vesuvio e del suo pennacchio nel fondale di una foto d'atelier e l'esigenza di documentare le eruzioni o le caratteristiche geofisiche del vulcano delle fotografie Alinari, o di Sommer, Brogi, Chauffourier. Se ci si sposta, però, sul versante della fruizione è proprio nell'ottocento da collocare la nascita del concetto di Kitsch, considerato come una categoria del'io, una soggettività inautentica, nel cui più generale contesto di espressioni si inserisce anche quella della fruizione estetica. Dalle avanguardie storiche fino alle esperienze artistiche degli ultimi decenni, il tentativo spesso esperito è quello di sottrarre l'immagine al regno imperante del Kitsch. La stessa Pop Art, della quale Warhol è stato considerato un esponente, non si sottraeva in molti suoi esempi all'ipotesi di decontestualizzare l'immagine presa dai mass-media per formulare in qualche modo un senso diverso.
 
< Prec.   Pros. >

 

 
HOME
SERVIZI
PREZZI CAMERE
OFFERTE
DOVE SIAMO
COME RAGGIUNGERCI
CONTATTACI
TUTTO SU PORTICI
CERCA ITINERARIO
LINK UTILI
NEWS
FOTOGRAFIE DI PORTICI
DICONO DI NOI
 
Bed and Breakfast a Portici VILLA QUARANTA - Corso Garibaldi 273, 80055 Portici (Na) | TEL 081.6070568 | MOBILE 349.6674574
EMAIL :info@villaquaranta.it | P.IVA 05378891211 | web marketing | SITEMAP